Il sito di Cecilia Vetturini


Vai ai contenuti

Se vuoi saperne di più

Area ragazzi > Ce l'hai un metodo di studio?

Complimenti!


Sei arrivato fin qui!
Allora sei proprio sulla buona strada per diventare bravissimo!
Ora puoi scoprire tanti piccoli e grandi segreti per imparare a studiare meglio e in minor tempo.

Impara a osservare:

Quante volte i tuoi professori ti hanno invitato ad osservare un’immagine, uno schema, un ambiente, un testo, una persona…
Che devi fare per poter dire di aver osservato?
Non è sufficiente che tu ricordi perfettamente tutti i particolari di quell’immagine ...
Devi anche:
1. individuare i legami che ci sono tra i diversi particolari;
2. individuare il rapporto che esiste tra un particolare dell’immagine e
tutta l'immagine;
3. individuare il rapporto che esiste tra l’immagine, il testo, lo schema,
l’ambiente, la persona e il contesto in cui si trova.
Allora potrai dire di aver osservato.
Prova a fare questo esercizio con una tua fotografia: quando è stata scattata? Chi c’è intorno a te? Dove ti trovi? Quella foto comunica i rapporti che intercorrono tra te e le altre persone rappresentate? Quali? Dov’è rivolto il tuo sguardo? Immagina di essere una delle persone rappresentate: come ti descriveresti? E così via…



Per ricordare meglio ciò che studi

Per memorizzare alcuni tipi di informazioni è utile cercare di visualizzarle: la creazione di immagini è di grande aiuto per la memoria.

  • Costruisci una mappa mentale (metti al centro della pagina il titolo dell'argomento e distribuisci intorno tutti i concetti che gli sono collegati).
  • Disegna un semplice fumetto che rappresenti ciò che devi ricordare.
  • Sottolinea con colori uguali parti collegate tra loro (es: periodi storici e autori di quel periodo).
  • Inventa e abbina un'immagine per rappresentare il concetto da memorizzare. Osserva come ho elaborato l'allegato relativo alla memoria.


Un consiglio importante! Prima di studiare qualunque argomento nuovo ricorda che quasi sicuramente ne sai già qualcosa: perciò cerca di richiamare alla mente tutto ciò che già sai o sai fare su quell’argomento, anche piccolissime cose.


Impara a costruire una mappa concettuale


Certo, sui tuoi libri di scuola ne vedi tante, ma ora ti chiedo uno sforzo: costruirne una da solo, o meglio, completarla. Ti ho preparato una mappa concettuale che riassume i consigli del maestro Tiziano Trivella.
Apri il file con la mappa, stampala e completala a mano o al computer:
1. Scrivendo lungo le linee le frasi, come negli esempi che vedi scritti in rosso.
2. Arricchendola di collegamenti.
3. Arricchendola di elementi.

Potrai così averla sempre a portata di mano e...farla vedere ai tuoi insegnanti. Anche i tuoi compagni ne saranno così ammirati che vorranno 'metterci mano' e magari, insieme potreste costruirne una più grande e completa su un cartellone da appendere in classe.
Prova! D'altronde imparare a studiare richiede sforzo!

Ora che hai letto questi consigli, discuti con i tuoi compagni e l’insegnante il significato e la validità delle seguenti frasi:

“ I compiti li ho fatti, ma non ho studiato”.


“ Per oggi c’erano i compiti, ma non c’era nulla da studiare”.


“A scuola ci sono materie di studio e materie non di studio”.

Indietro

Fine sezione



Oggi è il Aggiornato il 31 ott 2007 Sono le ore | c.vetturini@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu